1 Parola con 3 F? Eventi! (1)

No tranquilli, siamo pienamente coscienti che grammaticalmente la parola eventi non contenga nessuna F, ma vi dimostreremo che poi nella pratica questa magica lettera comparirà molto più spesso di quanto non crediate nel nostro lavoro.

Cosa vuol dire? Vuol dire che nell’organizzazione degli eventi noi di Extremind teniamo conto di 3 Fattori principali: Facebook, FOMO, Foto. Per chi non Fosse pratico di queste 3 parole ecco un veloce glossario.

  • Facebook: il Social Media più popolare al mondo nel 2017. Non essere presenti e visibili su questa piattaforma, signiFica non essere presenti e visibili da nessuna parte.
  • FOMO: acronimo per Fear Of Missing Out. Paura di perdere l’occasione. L’intenzione cioè di mostrare con vari accorgimenti come il nostro evento sia l’evento a cui bisogna partecipare a tutti i costi.
  • Foto: questa è Facile no? Foto, selFie, selFie animati e tutto quanto possa rappresentare visivamente l’evento in tutte le sue sFaccettature.

Ora che tutto è più chiaro, vediamo come le nostre Famose 3 F inFluenzano i vari aspetti dell’organizzazione di eventi nel rapporto con partecipanti e potenziali partecipanti.

  • Pre-event: cioè tutto quello che viene prima del Fatidico giorno.
    • Far conoscere l’evento: dobbiamo pubblicizzarlo, e come detto prima, se vogliamo essere presenti dobbiamo per Forza passare per Facebook. E la piattaForma ci viene incontro con due Feature interessanti:
      • Facebook Event: creare un evento e inserire tutte le inFormazioni utili è il modo migliore per iniziare e far crescere il proprio seguito.
      • Facebook Ads: destiniamo una parte del budget alla pubblicizzazione a pagamento della piattaForma e applichiamo Filtri per mirare la comunicazione ad un pubblico potenzialmente interessato. Non dobbiamo sprecare risorse.
    • Tenere alto l’hype: dobbiamo continuamente ricordare al pubblico del nostro evento, o dal momento della sua presentazione a quando avrà luogo sarà già stato dimenticato. Ecco come:
      • Teasers: riveliamo un po’ per volta i vari ospiti, i vari intrattenimenti, tutte le inFo del caso. Continueremo così a generare interesse e voglia di saperne di più.
      • Post: saremo presenti sui Social caricando periodicamente contenuti inerenti e rispondendo ai commenti e ai messaggi privati delle persone Facendole sentire coinvolte.
    • Shows & PerFormers: invitiamo ospiti e studiamo intrattenimenti inerenti al genere di evento che stiamo organizzando in modo da dare un’identità ben chiara in cui il pubblico possa riconoscersi. Li stimoleremo a partecipare e condividere ogni momento.
    • InFluencers: oltre a Facebook Ads, il nostro budget potrebbe essere indirizzato anche verso la pubblicizzazione dell’evento attraverso delle personalità del Social con un buon seguito. Ovviamente rimane valida la golden rule dello scegliere personaggi che appartengano all’ambiente che vogliamo attrarre a noi.
      • Per Fare questo, e per mantenere viva l’attenzione per tutta la durata dell’evento, studiamo un #hashtag speciFico che indirizzi il traFFico esclusivamente verso di noi. Deve essere chiaro, semplice e univoco.

Ma non è finita qui, per sapere come continua la nostra analisi seguiteci per leggere la seconda parte dell’articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti su “1 Parola con 3 F? Eventi! (1)”